2
Empoli-Genoa 1-3
 
Radu 7: almeno tre interventi straordinari che nel primo tempo consentono al Genoa di proteggere il vantaggio. 
 
Biraschi 6: Pasqual gli crea qualche difficoltà sulla sua fascia nel primo tempo, poi prende le misure e non soffre più.  
 
Romero 7: il ragazzo ha qualità e l’interesse dei top club italiani sembra giustificato. Qualche incertezza ma tanti, tanti interventi da difensore navigato. 
 
Zukanovic 6: accanto a Romero fa bella figura anche lui. 
 
Criscito 6: dal suo sinistro nasce la palla bucata da Veseli e trasformata in gol da Kouame. Solido in difesa, bada al concreto senza rischiare. 
 
Rómulo 5,5: nessuna inziativa degna di nota nella prima frazione. Si accende nella ripresa, ma non incide.
 
(Dal 23’ s.t. Sanabria 6,5: pochi palloni toccati, tra i quali c’è il colpo di testa che vale il 3-1. Bel modo di presentarsi in Serie A).
 
Veloso 6: agisce da regista, risultando prezioso sia in impostazione che in interdizione.   
 
Rolon 6: poca tecnica ma tanta quantità. Lavora per la squadra cercando di limitare gli inserimenti dei centrocampisti azzurri. 
 
(Dal 42’ Pezzella sv)
 
Lazovic 7: dopo un primo tempo da autentico spettatore, spacca la partita con due gemme. Prima infila in rete di sinistro la palla del 2-1 da fuori area; poi serve a Sanabria il colpo del k.o. dopo una serpentina iniziata sull’out di destra. 
 
(Dal 44’ Pedro Pereira sv).
 
Bessa 6,5: svaria su tutto fronte offensivo facendosi sempre trovare libero. Gioca molti palloni quasi sempre con buone intuizioni. Nasce da una sua galoppata di 60 metri la rete del 2-1 firmata da Lazovic. 
 
Kouame 6,5: glaciale in occasione del gol del vantaggio, gioca in totale solitudine cercando di fare molto movimento. Non elegantissimo, ma prezioso in tutti i contropiedi. 


All. Prandelli 7: gli sono bastate poche partite per rimettere in sesto in Genoa garantendo equilibrio e compattezza. Ottimizza al massimo quel poco che ha disposizione, tirando fuori il meglio dai suoi giocatori.