Commenta per primo

Genoa, le pagelle di CM:

 

Genoa-Napoli 2-3

 

Perin 5: sul lancio di Diawara che crea il raddoppio del Napoli non prova nemmeno l'uscita. Errore forse non gravissimo ma comunque decisivo. Paratona nel finale su Hysaj.

 

Zukanovic 5,5: nella difesa rossoblu è quello che balla meno. Sull'1-2 mura Hamsik a cinque metri dalla porta tenendo il Genoa in partita. Sfortunato in occasione dell'autogol.

 

Rossettini 5: bruciato sul tempo da Mertens nell'azione del raddoppio partenopeo, disputa probabilmente la peggior partita da quando è arrivato a Genova.

 

Izzo 5: raramente lo si è visto in difficoltà come questa sera. Soffre tremendamente Insigne, perdendo nettamente il duello tutto partenopeo con il numero 24 azzurro. Sigla la sua seconda rete in Serie A con un bel inserimento da dietro.

 

Lazovic 5,5: preferito a Biraschi non riesce a dare la spinta giusta, anche perchè Juric lo tiene al guinzaglio obbligandolo a fare il quinto di difesa. Ha sui piedi la palla del pari a fine primo tempo ma la spreca calciando centralmente.

 

Bertolacci 5: i mediani partenopei gli fanno venire il torcicollo. Ovunque si gira vede maglie azzurre non riuscendo mai a lasciare il segno.

(dall'84' Pandev sv)

Veloso 5: preso in mezzo dalla ragnatela napoletana non riesce mai a dettare i giusti tempi alla manovra genoana.

(dal 61' Omeonga 6: dà più dinamismo ed ordine alla mediana rossoblu che, non a caso, con il suo ingresso trova nuova linfa)

 

Laxalt 6: impiegato da terzino più che da ala, costribuisce alla serata no di Callejon.

 

Rigoni 6,5: fa a spallate con tutti i centrocampisti avversari e prova a far ripartire l'azione rossoblu. Dai suoi piedi parte sia il cross che Izzo trasforma in gol che la palla che Lapadula manda di un soffio sopra la traversa.

 

Taarabt 6,5: apre le marcature con una conclusione da biliardo dopo uno scatto da centrometrista. Poi però si eclissa praticamente fino al 90' quando impensierisce nuovamente Reina con un bel destro a giro che si rivela troppo centrale.

 

Galabinov 5,5: fornisce a Taarabt l'assist dell'1-0. Poi fa a sportellate con la rocciosa difesa napoletana mettendoci tanta buona volontà ma poca sostanza

(dal 63' Lapadula 6,5: cambia il volto dell'attacco rossoblu tenendo in costante apprensione la retroguardia partenopea. Sfiora il gol del 3-3 con un numero pazzesco dopo aver innescato l'azione del 3-2. Ritrovato).

 

All. Juric 6: dimostra ancora una volta come il suo Genoa si trovi meglio a giocare contro squadre più quotate che al cospetto di formazioni di medio-bassa classifica. Inizia la gara in maniera ottima ma poi subisce l'inevitabile ritorno del Napoli, che però ha la colpa di non chiudere la gara. Nel finale i suoi sfiorano il pareggio mettendo in campo tanto coraggio e voglia di fare. Segnali incoraggianti per il futuro.