2
Con un comunicato diffuso questo pomeriggio la Barabino & Partners, la società che da quasi un decennio gestisce il settore giovanile del Genoa, ha annunciato la cessazione del rapporto con il sodalizio rossoblù, a causa del volere di quest'ultima: "La collaborazione di tante stagioni di Barabino & Partners con il Genoa Cfc 1893, per cui è cresciuto e si è sviluppato il Progetto Genoa Cfc Scuola Calcio, è terminata - si legge nella nota - stante la volontà di B&P di dare continuità al progetto, il Genoa Cfc 1893, a sorpresa, ha deciso di non rinnovare l’accordo di sponsorship. Per quanto ci sconcerti e rammarichi, è nel diritto della proprietà di impresa e delle scelte imprenditoriali. Che noi rispettiamo".

In questi anni dalla Cantera rossoblù sono usciti molti calciatori, poi affermatisi nel grande calcio, da Perin a Criscito, passando per El Shaarawy e Sturaro, fino ad arrivare ai più recenti Pellegri e Salcedo: "Dopo 9 anni - prosegue il comunicato - e 8 intere stagioni di impegno, passione, crescita, organizzazione, modelli di lavoro, formazione, investimenti e risorse, sviluppo di strutture polisportive specificamente dedicate, il progetto è giunto improvvisamente e senza motivazioni al termine. Finisce qui l’esperienza de “La Cantera”.

Un comunicato duro nel quale si sottolinea la responsabilità esclusiva da parte del Genoa. Secondo alcuni tuttavia la mossa sarebbe l'ennesima conferma del fatto che Enrico Preziosi sia ormai ad un passo dalla cessione societaria alla cordata internazionale guidata da Giulio Gallazzi.