16
Qualità ma anche tanta quantità. Se c'è un giocatore in grado di abbinare queste due caratteristiche all'apparenza contrastanti tra loro è senza dubbio Nicolò Rovella.

Ciò almeno è quello che raccontano i dati statistici relativi all'inizio del campionato. Nei primi tre turni di Serie A il talentuoso centrocampista del Genoa è risultato essere il giocatore con più chilometri percorsi a gara. Con 11.771 metri di media per incontro, Rovella mette infatti in fila tutti i colleghi, staccando di oltre quattrocento metri anche il compagno Milan Badelj, settimo in questa particolare classifica.

Un dato che evidenzia come l'Harry Potter di Segrate non sia solamente un regista dai piedi vellutati ma anche un calciatore di sacrificio e sostanza. In pratica il prototipo del centrocampista moderno. Un risvolto che non potrà che far piacere alla dirigenza e ai tifosi della Juventus, il club che lo scorso gennaio riuscì a suon di milioni (oltre 18 più i cartellini dei giovani Petrelli e Portanova) a battere la concorrenza italiana ed estera aggiudicandosi le prestazioni del classe 2001.

La decisione di lasciarlo un altro anno e mezzo in prestito al Grifone, dandogli la possibilità di crescere con calma e senza troppe pressioni, si sta rivelando la scelta giusta per un ragazzo che nel frattempo ha preso in mano anche le chiavi del gioco dell'Under 21 azzurra e che promette di far parlare molto di sé in futuro.

Nell'attesa Rovella corre. Più e meglio di tutti.