La nomina velocissima di Cesare Prandelli a nuovo allenatore del Genoa, avvenuta ieri sera a pochi minuti dal triplice fischio della sfida con l'Entella e in simultanea con l'esonero di Ivan Juric, ha sorpreso molti proprio per la rapidità con la quale è stata comunicata.

In verità, come ha raccontato a Sportitalia Alfredo Pedullà, l'ex commissario tecnico azzurro era stato contattato e bloccato da Enrico Preziosi già da due settimane, alla vigilia del derby poi pareggiato con la Sampdoria. L'intenzione del presidente rossoblù era evidentemente quella di sollevare Juric dall'incarico subito la stracittadina della Lanterna. Un proposito poi rientrato a causa della buona prova offerta dal Grifone contro i blucerchiati ma in realtà soltanto rimandato di una decina di giorni.