Due giornate alla fine del campionato, il Genoa vola, la Sampdoria non è più quella di due mesi fa ma continua a lottare: Genova si avvicina all’Europa ma la burocrazia rischia di spezzare i sogni, per ora solo quelli rossoblù. Il Grifone è stato bocciato sia in primo che in secondo grado dalla Figc e ora ricorrerà al CONI per avere la Licenza Uefa. In questi giorni il presidente Preziosi sta studiando insieme all’avvocato Grassani le mosse per l’appello. Le pendenze in sospeso sono state tutte saldate, prima quelle in Sud America e per ultime quelle relative ai casi Zaine, Fetfatzidis e Vrsaljko. Qualche speranza ancora c’è ma la strada è in salita. Preziosi ha ricapitalizzato per 25 milioni, i conti rossoblù stanno lentamente migliorando grazie al piano di abbattimento del monte ingaggi e ai soldi freschi che sono arrivati e arriveranno dal mercato, potrebbe però non bastare. Intanto i tifosi si godono il Genoa di Gasperini, bello e vincente, ma sono molto preoccupati di dover rinunciare all’Europa League per colpa della licenza. Per ora non è stata organizzata nessuna protesta, tutti vogliono prima aspettare le decisioni del CONI.

Ieri alcune voci hanno fatto saltare sulla sedia i tifosi della Sampdoria: titoli clamorosi sulla licenza Uefa pronta ad essere revocata per il patteggiamento nella vicenda del calcioscommesse patteggiata nel 2012. La società non ha dato molto peso a questa “bomba” mediatica, a Corte Lambruschini sono molto tranquilli tanto che non è stato redatto nemmeno un comunicato stampa per cercare di dare meno peso possibile ai tanti articoli rilanciati dal web. La Sampdoria la licenza Uefa l’ha ottenuta in primo grado e nessuno gliela potrà togliere. La prassi ora prevede l’invio in FIGC di altri documenti tra cui quello sui parametri di coinvolgimento in combine. Poi la Uefa chiederà alla Federazione le società idonee a partecipare alle competizioni, il via liberà arriverà così come l’anno scorso era arrivato per il Torino che nel 2012, proprio come la società blucerchiata, aveva patteggiato durante il processo per il calcioscommesse. La Sampdoria è tranquilla, il Genoa combatterà fino all’ultimo: prima però bisognerà fare i conti con il campo.