Commenta per primo
Altro giro, altro gol. L'incisività sotto porta di Gianluca Scamacca sembra non conoscere soste. Indipendentemente dall'avversario che si trova davanti o dalla maglia che lui stesso indossa.

Da quando lo scorso 28 ottobre l'attaccante romano ha trovato le sue prime gioie con il Genoa, trascinato al quarto turno di Coppa Italia da una sua doppietta al Catanzaro, la sua ascesa è stata inarrestabile. Sette reti in altrettante sfide tra club e nazionale testimoniano il momento magico attraversato dal centravanti rossoblù. 

Il settimo sigillo di questo suo incredibile ruolino di marcia è arrivato ieri sera con l'Under 21. Dopo aver punito con due gol il Lussemburgo domenica scorsa, Scamacca si è ripetuto con la Svezia mettendo a referto il punto del definitivo 4-1 con cui gli azzurrini hanno travolto gli scandinavi. Reti, quelle realizzate con l'Italia, che hanno fatto seguito alle quattro messe a segno nelle settimane precedenti con il Grifone. Oltre al Catanzaro, Scamacca ha saputo far male anche a Sampdoria e Torino. Ma dalle parti di Pegli ci si augura che l'elenco debba presto essere aggiornato.