Commenta per primo

Ballardini sceglie il 4-3-3, in campo molte riserve: Tomovic, Zuculini, Moretti, Destro e Scarpi. Dopo nove mesi lontano dai campi si rivede Jankovic. Maran opta per un centrocampo molto folto, in campo gli ex di turno Frison e Botta. Primo tempo dalle poche emozioni: il Genoa è deconcentrato e molto impreciso, ne approfitta il Vicenza che si rende pericoloso in più di un'occasione. Al 17' è bravo Scarpi ad anticipare un liberissimo Arma al centro dell'area, due minuti più tardi è Baclet a mettere i brividi a Marassi con una conclusione che si spegne di poco a lato. La risposta rossoblù arriva al 46' con Destro che centra la traversa con un bel colpo di testa. Il secondo tempo è di tutt'altro spessore. Il Genoa avanza il baricentro grazie al nuovo centrocampo schierato con il rombo, rossoblù vicini al gol 57' e al 58' ma la difesa vicentina si salva all'utlimo istante su Rafinha e Destro. Al 62' è il Vicenza a passare in vantaggio con Salifu che da fuori insacca di sinistro. Ballardini corre subito ai ripari inserendo Palacio, Toni e Milanetto. Al 76' Rudolf centra la traversa con una botta terrificante da lato sinistro dell'area. E' il preludio al gol che arriva all'86': Toni trasforma il rigore concesso da Gervasoni per fallo su Palacio in area. Il bomber rossoblù evita l'eliminzaione e manda al sfida ai supplementari. Basta un minuto al Genoa per chiudere la pratica: Rudolf mette il pallone in mezzo da sinistra, Toni sale in cielo e di testa appoggia in rete. Il Vicenza molla la presa, e al 96' Destro con un'azione personale conclusa dal destro sotto le gambe di Frison fissa il punteggio sul 3-1. Nella ripresa al 117' ci sarebbe spazio anche per la tripletta personale di Toni, ma il suo sinistro si infrange sul palo. Il Genoa come contro il Grosseto evita la figuraccia all'ultimo respiro; sfuma l'impresa del Vicenza.

GENOA

L'allenatore del Genoa, Davide Ballardini: 'Oggi abbiamo visto che se sottovaluti l'impegno fai fatica con tutti. Io a questa coppa ci tengo moltissimo. Abbiamo fatto un primo tempo davvero brutto, sotto ritmo, slegati, prevedibili, e concedendo dei contropiedi. Meglio nella ripresa. Siamo felici per i ritorni di Palacio e Jankovic, per i due gol di Toni e per Destro. Le voci di mercato non influenzano la squadra, questi ragazzi non hanno in testa nient'altro che il Genoa. Per quanto riguarda la prossima partita di campionato a Brescia, non penso che i 120' disputati influenzeranno la nostra prova'.

VICENZA

Il difensore del Vicenza, Daniele Martinelli: 'Peccato, ci tenevamo a passare il turno, ci abbiamo provato anche nei supplementari ma non è andata bene. Con questa mentalità possiamo mettere in difficoltà tutti, iniziando da sabato a Crotone, nonostante il nostro rullino di marcia in trasferta non sia dei migliori. Il cambio di modulo sta dando buoni risultati, ma l'importante è la mentalità'.