Commenta per primo

Il primo gol con la Juventus, nel giorno della sua 200° partita da professionista, ma soprattutto una prova maiuscola in un ruolo inedito per lui, almeno in bianconero. Per Emanuele Giaccherini è stata davvero una serata da incorniciare: "Sono contento per il gol e per la qualificazione - sottolinea il trequartista - Era importante per noi passare il turno perché teniamo alla Coppa Italia e vincerla è un nostro obiettivo. Avevo già giocato in questo ruolo, ma non a questi livelli. Bisoli mi aveva provato interno, in serie B, e devo dire che mi sono trovato bene anche questa sera, soprattutto nella ripresa, perché nel primo tempo il Bologna era molto stretto e faticavo a trovare la posizione".

In effetti tutta la squadra è andata meglio nella ripresa: "Sì, abbiamo messo in campo molta intensità e potevamo chiuderla già nei novanta minuti. L’importante comunque è aver passato il turno".
Conte non ha risparmiato i complimenti a Emanuele per la bella prestazione: "Le parole del mister mi fanno piacere, ma devo ancora migliorare molto. Lavoro in settimana duramente per ritagliarmi un po’ di spazio, anche se non è facile trovarlo avendo tanti campioni davanti. Quando vengo chiamato in causa però cerco di dare il massimo".

Ora sotto con la Roma: "Stiamo già iniziando a pensarci. Sarà una gara molto importante e difficile, come le altre due che ci attendono da qui alla sosta".