13
“Se Totti non va a Londra, è giusto che si dimetta”. Non usa mezzi termini Giuseppe Giannini, ex capitano della Roma, sull’assenza del dirigente giallorosso al vertice di Londra organizzato da Pallotta per le presentazioni di rito e la pianificazione del mercato con Paulo Fonseca. Giannini ha poi aggiunto: “L’eventuale addio di Totti sarebbe clamoroso ma onestamente, per quella che è la scarsa considerazione che hanno di lui all’interno della Roma, al suo posto, me ne sarei già andato - le sue parole a Centro Suono Sport -. E’ chiaro ed evidente che la direzione sportiva di questa società sia in mano ad un uomo solo: Franco Baldini. Già dopo la conferenza stampa di De Rossi e Fienga, dove indirettamente sono state dette cose pesanti sul conto di Totti, avrebbe dovuto rassegnare le sue dimissioni. Mi dispiace, mi fa rabbia, vedere Francesco così, mi da fastidio che non possa prendere decisioni importanti nella Roma, nella sua e nella nostra Roma. Se Totti non va a Londra credo che potrebbe lasciare e credo che ci sarebbe da metterci l’elmetto”.