'Ho lavorato due mesi a Verona come direttore sportivo ed un giorno Alessandro De Biasi, che si occupa di portare giocatori principalmente dal Sudamerica nelle squadre del settore giovanile italiane, mi propose di visionare due giocatori: uno era Jorginho e l'altro Gomez. Il secondo, fra l'altro caratterialmente un po' indisciplinato, fu preso ma girato presto al Brescia. Il primo quando arrivo' era gracilino e fisicamente ricordava Anselmo Robbiati. Ne intui' subito le capacità tecniche e la predisposizione a giocare in piu' ruoli a centrocampo. Se penso che lo pagai soltanto cinquemila euro....'. Così l'ex portiere Giovanni Galli, ospite ai microfoni di Lady Radio, ha parlato di uno dei possibili obiettivi della Fiorentina negli ultimi giorni di mercato come sostituto nella rosa gigliata del regista David Pizarro. 'L'anno scorso è stato il secondo giocatore del Verona maggiormente utilizzato da Mandorlini, dopo il portiere Rafael, quindi ha acquisito continuità di impiego e rendimento – ha aggiunto l'ex d.s. della Florentia Viola – Ha ancora bisogno di crescere fisicamente e tatticamente ma può assolutamente ricoprire il ruolo di regista e credo che in un club come la Fiorentina, aumenterebbe la consapevolezza nei propri mezzi e crescerebbe in un gruppo fatto di buonissimi giocatori, imparando un tipo di gioco che ne esalterebbe le caratteristiche'.