Il Giudice Sportivo dott. Gerardo Mastrandrea, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell'A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione del 4 dicembre 2018 ha assunto le decisioni qui di seguito riportate:

SOCIETA' 
Ammenda di €15.000,00: alla Soc. NAPOLI per avere i suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato diversi bengala e fumogeni nel settore occupato dalla tifoseria avversaria; sanzione applicata ai sensi degli artt..4 comma 3 CGS e 62 comma 2 NOIF (cfr C.S.A. del 13 gennaio 2017 - C.U. n. 129/CSA); recidiva.

Ammenda di €3.000,00: alla Soc. NAPOLI a titolo di responsabilità oggettiva, per avere ingiustificatamente ritardato l'inizio nel secondo tempo di circa tre minuti.

Ammenda di €2000,00: alla Soc. ATALANTA per avere i suoi sostenitori, al 10° del secondo tempo, lanciato sul terreno di giuoco tre oggetti priotecnici che si spegnevano in ara; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all'art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell'Ordine a fine preventivi e di vigilanza.

CALCIATORI

SQUALIFICA PER UNA GIORNATA EFFETTIVA DI GARA
BARELLA
Nicolò (Cagliari): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
CIONEK THIAGO Rangel (Spal): per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete.
SOUZA ORESTES Romulo (Genoa): doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario.
BESSA Daniel (Genoa): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (quinta sanzione).
CALABRESI Arturo (Bologna): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (quinta sanzione)
FRANCESCOLI Vitor Hugo (Fiorentina): per comportamento scorrentto nei confronti di un avversario; già diffidato (quinta sanzione)
ROSSETTINI Luca (Chievo Verona): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (quinta sanzione).


ALLENATORI

SPALLETTI Luciano (Inter): per essere, al 48° del secondo tempo, uscito dall'area tecnica contestando platealmente una decisione arbitrale; recidivo.