Intervistato da Radio Anch’io Sport il nuovo presidente della Figc Gabriele Gravina ha parlato delle prossime mosse e riforme che proverà a mettere in atto da presidente della federcalcio.
 
A E B A 20 - “Dobbiamo avviare l’idea di una riforma dei campionati con la Serie A e la Serie B a 20 squadre portando la Serie C al semiprofessionismo"

RIFORMA FISCALE - "Stiamo cercando di mettere insieme i diritti del professionista con le agevolazioni del dilettantismo, come il credito di imposta nell’utilizzo dei giovani, con un vantaggio nel reinvestimento del 50% nelle strutture e l’altro 50 nei settori giovanili",

IL VAR - "Ci sono margini di miglioramento, ora esiste un protocollo stabilito dall’Ifab e gli arbitri si stanno attenendo a questo, ciò implica una discrezionalità, delle valutazioni e si possono commettere degli errori".

LA MOVIOLA DELLA MOVIOLA - “Eviterei una moviola alla Var: questo potrebbe creare ulteriori tensioni e il calcio ne ha già tante. La classe arbitrale è una delle nostre eccellenze, anche a livello internazionale". 

IL CASO ENTELLA - "Siamo in attesa della decisione del Tar sul caso Entella e del Consiglio di Stato. Non appena avremo a disposizioni queste decisioni, ci sarà una riflessione politica per capire se, in un momento così avanzato del campionato di B o C, si può procedere ad una modifica dei calendari".