Commenta per primo
Il campionato di serie B sta per concludersi, ma in casa Grosseto si pensa anche al futuro. E quando si parla di futuro, non si può non parlare del direttore sportivo del club toscano, quell'Andrea Iaconi capace di allestire un ottimo organico massimizzando un budget modesto. Il contratto di Iaconi con il Grosseto scade il 30 giugno prossimo, ma il presidente Camilli pensa già a costruire il futuro della squadra, senza che ancora sia nata una discussione sul prolungamento del rapporto. Il massimo dirigente toscano è intenzionato ad offrire al ds un nuovo accordo economico della durata di un anno, mentre le altre società che hanno preso contatto con Iaconi, ovvero Piacenza, Padova e Pescara, gli avrebbero proposto un triennale. Cioè la concreta possibilità di poter lavorare in prospettiva, con un progetto di rilancio della società a lungo termine. Certo è che, in casa Grosseto, le cose da sistemare sono tante: la vendita di Pinilla, gli svincolati, le comproprietà e così via. Sarà Iaconi ad occuparsene?