30
Arrivano nuove anticipazioni del video di presentazione della nuova stagione del Manchester City e che vede l'allenatore catalano, Pep Guardiola, come protagonista. L'ex Barcellona racconta come, da Mourinho in poi abbia sempre cercato dei "nemici" da cui trarre entusiasmo e stimoli. Ecco le parole riportate da Goal.com 

NEMICI - "Il Liverpool è stato l'avversario più forte che abbia mai incontrato. Io però ho bisogno di nemici, ho bisogno delle persone che parlano male di me, perfino del loro odio. Tutti gli atleti hanno bisogno di questo incoraggiamento per vincere ed essere stimolati a farlo ancora. Il primo vero nemico che ho avuto è stato Mourinho ai tempi del Barcellona"
IL TIKI TAKA - "Il tiki taka a Barcellona? Più a lungo sei in attacco, più opzioni hai di segnare. Non è altro che probabilità. Ovviamente però in questo sport si può perdere con un autogol, senza che l'avversario abbia mai calciato in porta. So che anche per questo la mia filosofia è particolare: durante la mia carriera ho avuto alcuni giocatori importanti che però non sono riuscito a convincere: ho insistito, ma dopo un po' ho dovuto mandarli via".

NON ESISTE UN POSTO MIGLIORE - "​Qui ho tutto, non può esserci un posto migliore. Qui c'è la persona più importante della mia carriera, cioè Txiki Begiristain, che mi diede in mano prima il Barcellona B e poi la prima squadra quando non ero nessuno. Qui mi sento amato, non valutato solo in base ai risultati. Mi piacerebbe vincere la Champions League, ma il campionato è più difficile: lì si giocano 38 partite, non 7".