Commenta per primo
Il centrocampista dell'Everton Idrissa Gueye racconta a L'Equipe il mancato trasferimento al PSG a gennaio: "A fine 2018 c'è stato un sondaggio con il mio entourage e i contatti si sono intensificati con l'apertura del mercato. Il PSG si è rivolto poi ai miei dirigenti per capire come potessi partire, ma l'Everton ha subito bloccato tutto, non volevano vendermi. Io ho spinto, ho incontrato i dirigenti per manifestare la mia voglia di andare a Parigi, era un'occasione d'oro, un'enorme sfida da non perdere a 29 anni. Il PSG è tornato da me. Tuchel mi ha chiamato, è stato importante per me, ho visto che ero nei suoi piani e mi ha spiegato il progetto tecnico. Abbiamo parlato di gioco, del mio gioco, e gli ho confidato le mie ambizioni. Anche il presidente Nasser Al-Khelaifi mi ha chiamato, abbiamo parlato in inglese come con il coach e mi ha anche mandato messaggi quando hanno formalizzato offerte economiche".