44
Ruud Gullit dice la sua sul Milan. L'ex attaccante olandese ha dichiarato in un'intervista alla Gazzetta dello Sport: "E' difficile che il Milan faccia bene. Non ha ancora uno stadio suo, e sappiamo quanto sia importante oggi. Ma soprattutto non sai chi sia davvero il proprietario e cosa voglia. La società è passata di mano due volte negli ultimi anni e non c'è chiarezza. Con la Juventus conosci qual è la proprietà e cosa ha in mente. Nel caso del Milan non riesci a capire se lo gestiscono solo per un investimento o con un'idea precisa. Dev'esserci, altrimenti avere successo è impossibile. Spero che lascino lavorare Maldini e Boban, sanno cosa fare". 



"Gazidis punta molto sui giovani? Con i giovani non puoi vincere, devi avere sempre giocatori con esperienza a guidarli. L'esempio più recente è l’Ajax della scorsa stagione: è bastato inserire tre uomini con un po' di anni e sono arrivati a un passo dalla finale di Champions". 
"Ibrahimovic ha dato una grossa spinta e con lui la squadra ha più coraggio". 
"Pioli o Allegri? E perché non Rijkaard? Vuoi attaccare? Allora devi prendere un olandese... C'è stato Seedorf, lo so. Ha pagato l'inesperienza. Non gli hanno dato tempo".