191
La risposta è arrivata sotto varie forme, ufficiale lato Real Madrid e diretta lato Beppe Marotta. La vicenda Achraf Hakimi è stata chiarita, l'Inter è tranquilla e per il terzino marocchino non c'è alcun rischio di rottura con il Real. Una linea molto netta tracciata nella giornata di ieri, ma vale la pena chiarire anche quale sia la situazione attuale per il pagamento di Hakimi e le tempistiche reali secondo la posizione dell'Inter in merito.

Ascolta "Hakimi e i pagamenti, la vera posizione dell'Inter: la richiesta già fatta al Real Madrid" su Spreaker.

COSA SUCCEDE - Il club nerazzurro infatti è adesso estremamente sereno perché aveva chiesto già da settimane il differimento del pagamento della prima rata del cartellino di Hakimi al 30 marzo, dunque ci sono altri due mesi per completare il pagamento. Da parte del Real Madrid c'era stato un sì immediato visti gli ottimi rapporti tra dirigenti. Peraltro, l'obbligo di saldare ogni debito al 31 marzo forniva un'ulteriore garanzia al Real che verrà regolarmente pagato. L'Inter è tranquilla, Hakimi anche.