72
Harry Kane è un nome sempre più accostato alla Juventus. Dall'Inghilterra ma non solo, perché l'attaccante del Tottenham non è pienamente soddisfatto dell'andamento del progetto Spurs: in particolare, le sue ultime dichiarazioni che non hanno chiuso all'addio hanno fatto infuriare la dirigenza inglese, visto il momento delicato per tutto il mondo con Kane che ha pensato bene di far accendere le voci sul mercato. Insomma, il matrimonio tra Harry e il suo Tottenham è tutt'altro che rose e fiori. E la Juventus?

I COSTI E LA JUVE - La società bianconera aveva in mente da mesi un investimento su un centravanti importante in estate, ecco perché Kane è spuntato nella lista delle opportunità e in Inghilterra è un nome quotato in uscita. Il vero problema? Dopo il Coronavirus i costi lo allontanano: lo stipendio dell'inglese tocca 12 milioni netti all'anno più bonus e premi, ma soprattutto il Tottenham per meno di 120/130 milioni di euro non intende ragionare per Kane, anche a fronte della crisi economica il presidente Daniel Levy è un osso durissimo e questo la Juventus lo sa molto bene, avendoci avuto a che fare più volte. Insomma, non intende perdere il suo pezzo pregiato o fare sconti nel mercato delle prime punte che è sempre più ristretto. Ecco perché ovviamente la Juve è informata ma sa che la cessione di Kane è tutt'altro che scontata per la prossima estate, il Tottenham ha alzato un muro che crollerà solo a cifre importanti. Oggi, dunque, non c'è una trattativa in questo senso.