Commenta per primo
Hellas Verona-Roma 3-2

Montipò 6: poco può fare sul grande tacco di Pellegrini e sull'autogol del compagno. Per il resto partita abbastanza controllata, con uscite sicure e a tempo. 

Dawidowicz 6,5: grande prova fisica e intelligente nelle chiusure. Apporto anche in fase offensiva.

Günter 6,5: energico su tutti i palloni, sicuro e preciso nelle chiusure. Una partita imperiosa, sempre sotto controllo.

Ceccherini 5: poteva fare sicuramente di più. A volte fuori tempo e spesso poco preciso nelle ripartenze. 
(dal 1' s.t. Magnani 6: entra subito in partita, proponendosi in continuità sulla propria zona. Buona con il resto della squadra.)

Faraoni 7,5: tantissima corsa e grande intraprendenza nella trequarti avversaria. Le sue giocate sono sempre al momento giusto e si rivela una vera spina nel fianco per gli avversari. Sigla infine un eurogol da paura, dove mostra tutta la sua caratura.

Barak 6,5: primo tempo in ombra, con giocate scontate e spesso anticipato sul nascere. Nella ripresa è il giocatore tanto ammirato, veloce e preciso che punta l'avversario e soprattutto offre palloni d'oro ai compagni.
Ilic 5,5:  si perde soprattutto sull'ultimo passaggio, non sempre fatto con la giusta precisione.

Lazovic 6,5: partita di grande caratura tecnica. Si spegne progressivamente nel secondo tempo, ma per buona causa.
(dal 37' s.t. Casale: s.v.)

Bessa 6: un pizzico di intraprendenza in più ci voleva. Duetta bene a centrocampo con i compagni ma si scontra anche con la fisicità avversaria.
(dal 19' s.t. Tameze 6: entra bene in partita, dando quella velocità giusta in una fase di gioco delicata.)

Caprari 7,5: una partita sontuosa anche per lui. Segna il panico in area avversaria, puntando spesso l'uomo e siglando un grande gol.
(dal 33' s.t. Hongla: s.v.)

Simeone 6: si batte con la difesa avversaria ed è sicuramente da premiare lo spirito. Poco incisivo però sotto porta.
(dal 20' s.t. Kalinic: s.v.)


All. Tudor 7: Verona che sembra aver recuperato tutte le energie assopite. Intraprendente e mai domo, riesce a essere lucido e ordinato in tutta la gara.