Commenta per primo

Hugo Sanchez ha l’Italia in mente. Più di duecento gol con il Real Madrid, aveva in memorabili capriole un modo di esultare ripetuto tante volte anche contro le squadre italiane. Da allenatore ha guidato il Messico portandolo ai vertici sudamericani. Oggi, dopo una parentesi all’ Almeria si è fermato a vivere in Spagna, a Madrid.

Calciomercato.com lo ha intercettato e lui, Hugol ci ha sorpresi ancora una volta, chiedendoci subito del suo attaccante preferito: Pippo Inzaghi. “Come sta Inzaghi? “. La prima domanda evidentemente  la fa lui a noi: "Inzaghi è l’attaccante in cui mi rivedo. Mi piace la sua voglia di giocare e segnare sempre. E poco importa che non è più un ragazzino. Il Milan deve tenerselo stretto. Lui può fare sempre la differenza!”.

Da Inzaghi andiamo al calcio italiano. Cosa pensa Hugo Sanchez del nostro campionato?

“Purtroppo qui in Spagna ne trasmettono meno di quanto vorrei, ma penso che il calcio italiano sia il più difficile. C’è tanta strategia, tanta preparazione tattica. Un livello che altrove non si trova.”

Quali sono le squadre migliori?

“Beh, le classiche: Milan, Inter e Juventus, che sta lavorando benissimo. Poi mi piacciono la Lazio e il Napoli, che si stanno stabilizzando tra le migliori.”

E tra gli attaccanti che giocano nella serie A, a parte Inzaghi, chi le piace?

“Ammiro Antonio Di Natale per la sua continuità. Fare così tanti gol in Italia è davvero una grande cosa. E mi piace Cavani del Napoli, che anche qui in Spagna è seguitissimo. “

Le piacerebbe allenare nel nostro paese?

“Chiaro che mi piacerebbe. Sarebbe una bellissima sfida. Sono pronto per allenare una delle grandi che lottano per lo scudetto. Seguo sempre l’Inter, il Milan, la Roma e il Napoli.”

In Champions è tempo di sfide decisive. A parte l’Inter che sembra tranquilla, il Milan si gioca il primo posto con il Barcellona di Messi, e soprattutto il Napoli ha una sfida delicatissima con il Manchester City di Mancini e Balotelli

"Milan – Barcellona è una partita bellissima, ma alla fine sono già entrambe qualificate. Prevedo un pari. Al Napoli invece voglio bene, faccio il tifo per loro anche per il mio amico Maradona, che in questo periodo vive momenti difficili, ma penso che il Manchester City al momento sia superiore agli azzurri. Se non fanno un partitone al San Paolo difficilmente passeranno il turno.”