Commenta per primo

Contro la Fiorentina, ha giocato dal primo minuto. Husekleep , arrivato a gennaio ha avuto così la sua prima reale occasione di mettersi in mostra nel campionato italiano. La sua prova è piaciuta ed ha convinto anche chi non lo conosceva: "Peccato che non si sia vinto - ha detto l'attaccante in conferenza stampa - ora purtroppo per il Bari conta solo questo. Per quanto riguarda la mia gara penso sia andata bene, ho fatto tanto movimento, così come mi ha chiesto il mister prima della gara."

Il giocatore ha anche spiegato la sua scelta di restare a Bari e rinunciare quindi alla proposta che gli era pervenuta da una squadra russa: "I soldi non sono tutto nella vita, io ho scelto di restare perchè qui mi trovo bene, ho un contratto con il Bari di 3 anni e voglio giocarmi le mie possibilità. La società ed i compagni mi hanno accolto bene, la città mi piace, e poi, sono appena arrivato. Per ora penso a finire questa stagione poi parlerò con la società."

Il giocatore che sta prendendo lezioni d'italiano ha svelato come comunica in campo con Mutti: "Da quando sono arrivato una mano me l'ha data Donati. Anche Codrea, Rudolf e Padelli mi aiutano in questo".

Poi si è parlato della prossima sfida di campionato. Il Bari affronterà l'Udinese. "Se non ci crederai, non riuscirai mai a vincere. Noi dobbiamo andare lì e fare la nostra gara. Loro hanno giocatori importanti come Sanchez e Di Natale, ma ripeto se non ci credi, non vinci".