6
Una nuova colonia dell'impero. La partnership costruita da Jorge Mendes e Guo Guanchang, il boss del conglomerato cinese Fosun, allunga il raggio d'azione sulla Svizzera e si annette una nobile decaduta del calcio elvetico: il Grasshopper di Zurigo. Che nel corso della settimana di Pasqua è passato sotto il controllo di una compagnia con sede a Hong Kong, la Champion Union HK Holding Limited. La nuova proprietà si è annessa il 90% del pacchetto azionario, lasciando il rimanente 10% alla Grasshopper Foundation. Il presidente di fresca nomina ha un nome che sembra uno scherzo e invece è vero: Sky Sun

Ma la figura chiave della nuova proprietà è la signora Jenny Wang, proprietaria della Champion Union. E a spiegare chi sia Jenny Wang e quale possa essere il senso di tale operazione calcistico-finanziaria provvede l'informatissimo sito All Asian Football grazie a un articolo firmato da Nicholas GinepriniLa signora Jenny Wang è la compagna di Guo Guangchang, boss del conglomerato cinese Fosun. Cioè il soggetto che dall'estate 2016 è proprietario del Wolverhampton Wanderers.

Ma non solo. Come i lettori di Calciomercato.com sanno da tempo (LEGGI QUI e ANCORA QUI), l'impegno di Fosun nel calcio porta dritti a Jorge Mendes. A novembre 2015, tramite la controllata Foyo Culture and Entertainment Limited, il conglomerato cinese è entrato nel capitale di Start SGPS, la società che controlla tutte le altre del sistema Mendes (comprese Gestifute e Polaris Sport). Dunque Jorge Mendes e Guo Guangchang sono soci in affari. E tale condizione, unita all'invasione di calciatori targati Gestifute e approdati negli ultimi anni al Wolverhampton, generò in Inghilterra un'indagine sulla possibile violazione delle regole sulle terze parti. A istruirla fu la Football League, poiché il dossier venne aperto quando i Wolves erano ancora in Championship e a sollevare il caso fu un altro club di categoria: il Leeds United capitanato dall'italiano Andrea Radrizzani. Che dal canto suo non parla esattamente dal pulpito appropriato, ma questo è un altro discorso. La sola cosa certa è che l'indagine della Football League, chiusa a aprile 2018, non riuscì a dimostrare l'esistenza di un legame formale fra Jorge Mendes e i Wolves
Come correttamente fa notare Gineprini, la prospettiva per il club svizzero (27 titoli nazionali nel palmares, ma un presente in Challenge League dopo la retrocessione della scorsa stagione) è di essere trasformato in un altro Jumilla. Cioè fare la fine del piccolo club spagnolo che per qualche anno è stato utilizzato come un satellite dai Wolves. Salvo fallire la scorsa estate, quando la partnership è stata chiusa da Fosun in seguito alla retrocessione dalla Segunda B

Un monito per tutti, anche per Fifa e Uefa che avrebbero il dovere di vigilare su quanto accadrà. Ma intanto prepariamoci a registrare una girandola di calciatori che approderanno in Svizzera con targa Fosun-Gestifute.

@pippoevai