241
Assume un contorno di "giallo" quella che è stata verosimilmente l'ultima apparizione con la maglia della Fiorentina di Federico Chiesa, promesso sposo da un anno alla Juventus e che nelle prossime ore potrebbe avere il via libera per il suo passaggio alla corte di Andrea Pirlo. Capitano in occasione della partita contro la Sampdoria, complici le assenze di Pezzella e Ribery, l'esterno viola non ha però indossato la tradizionale fascia personalizzata e dedicata alla memoria di Davide Astori, portando bensì quella "neutra" in uso presso le altre formazione di Serie A.

LA SCELTA DELLA FASCIA - Una scelta, secondo le indiscrezioni e le ricostruzioni delle ultime ore, condizionata dalle pressioni esercitate dagli esponenti del tifo organizzato che, venuti a conoscenza della decisione di mister Iachini e consapevoli della trattativa in essere con la Juventus, hanno sconsigliato l'utilizzo della fascia in memoria di un simbolo per tutto il mondo viola come Astori. Un dettaglio che lascia intuire quanto l'affare sia entrato nella sua fase più calda, con l'accordo di massima sulla valutazione complessiva di 60 milioni di euro e sulla formula, quella del prestito 10 milioni di euro e obbligo di riscatto.
LA JUVE DEVE CEDERE - Un'operazione che però potrà andare in porto entro la data limite del 5 ottobre solo se i bianconeri riusciranno da qui a lunedì a perfezionare un'uscita a titolo definitivo per i calciatori considerati esuberi. Rugani, prossimo al passaggio ufficiale al Rennes in prestito, non basta: De Sciglio e Douglas Costa rimangono i principali indiziati per fare le valigie nelle ultime ore del mercato, ma il tempo stringe. Anche Chiesa aspetta novità.