35
Dopo il libro, un film. Come le grandi storie che si rispettino. E' successo a un mago londinese, perché non può farlo uno stregone svedese? Zlatan Ibrahimovic sembra aver scoperto l'elisir dell'eterna giovinezza, si paragona spesso a Benjamin Button, si guarda in campo e si riscopre sempre più giovane: sì, ci sono tutti gli ingredienti per girare un film sulla  sua vita. Un sorta di Ibra begins, dagli inizi non semplici fino all'esplosione con l'Ajax: nell'autunno del 2021 esce I am Zlatan. 

'LEGGENDA' DA DUE ATTORI - Lucky Red lo distribuirà in Italia, Jens Sjogren ha diretto il biopic, Ibra è stato coinvolto in prima persona: consulente in fase di sceneggiatura. Due saranno gli attori che lo interpreteranno: uno è Dominic Bajraktari Andersson, che vestirà i panni di uno Zlatan 11enne; Granit Rushiti, invece, dal periodo che vai dai 17 ai 23 anni. Andrea Occhipinti, attore e fondatore della Lucky Red, si esprime così su Zlatan Ibrahimovic: “Ibrahimovic è molto più che un calciatore: è un leader puro, un’icona leggendaria, un modo di essere che appartiene soltanto a lui e che non è replicabile. Il racconto di questo mito contemporaneo che in Italia ha trovato la sua più alta consacrazione, non poteva che diventare una grande storia per il cinema”. La pensa come noi. 
CON QUELLA FIRMA... - Un libro e un film, quindi. Entrambi con la firma di Ibra. Firma che può fare la differenza anche nel futuro dello svedese. In scadenza di contratto col Milan, capocannoniere della Serie A, a 39 anni mostra continuamente il suo valore: è vero, ci sono i rigori sbagliati, ma anche 8 gol e una voglia infinita di cancellare i propri errori. Nonché una serenità che poche volte si è vista in passato. Per questo, con Raiola, che già dovrà affrontare i rinnovi di Donnarumma e Romagnoli, si parlerà dello svedese. E chissà se dopo I am Zlatan ci sarà un sequel, o uno spin off, o una scena extra dopo i titoli di coda in stile Marvel: dettaglio di una mano che firma un contratto, con una Champions non messa a fuoco. Camera che si allontana, inquadratura che si allarga, Ibra che sorride col suo ghigno inconfondibile al fianco di Maldini. La scena che tutti i tifosi rossoneri sognano di vedere. 

@AngeTaglieri88