5
Intervistato dal Daily Mirror, l'attaccante dei Los Angeles Galaxy e obiettivo di mercato del Milan ha difeso il suo ex allenatore al Manchester United, José Mourinho, la cui panchina è in bilico: "Josè è speciale prima di tutto perché è un vincente, fa di tutto per vincere".

ALL'INTER - "Conosce il calcio, sa leggere le partite e sa manipolare sia i match che le menti dei proprio giocatori. Ricordo quando arrivò all'Inter: faceva rendere tutti al 200%, ma non per il club, bensì per lui. Questo lo rende speciale. Ho avuto Capello, che era un duro e imponeva la disciplina. Mou fa questo, ma anche altro. Ha un modo di esprimersi tutto suo che ti convince.

ARROGANTI? NO SICURI - "Io e lui arroganti? La gente ignorante parla di arroganza, ma in realtà è fiducia in se stessi. C'è la convinzione di cosa si è e di quello che si può raggiungere. Arroganza? No, si chiama sicurezza".