Commenta per primo

Nuovo capitolo dalla 'guerra' a distanza fra Zlatan Ibrahimovic e Uli Hoeness, presidente del Bayern Monaco. In un primo tempo era stato l'attaccante del Paris Saint Germain ad attaccare l'attuale tecnico dei bavaresi, Pep Guardiola, definito dallo svedese un "codardo". Al che Hoeness, prendendo le difese del suo allenatore, aveva replicato definendo Ibra una "primadonna frustrata". Ed eccoci quindi al terzo (e c'è da crederci, non ultimo) capitolo del duello, con le dichiarazioni rilasciate all'Equipe dall'ex bomber di Juventus, Inter e Milan: "La sola cosa che voglio dire è che non prenderei mai come consulente fiscale questo Whyness, come si chiama? Ah, Hoeness". Un attacco ovviamente riferito all'accusa di frode fiscale a carico del dirigente tedesco