Troppo prevedibile e con pochi gol nei piedi, l’Inter dello scorso anno ha sofferto per lunghi tratti questi due problemi, quella di quest’anno potrebbe averli risolti entrambi. “I nerazzurri dipendono da Icardi e Perisic”, lo si è detto più volte nella passata stagione e in parte era vero: senza i gol di quei due i nerazzurri hanno spesso viaggiato a fuoco lento. Nel 2018-2019 la musica potrebbe essere diversa, il mercato ha portato in dote a Spalletti uomini in grado di invertire la rotta e qualcosa sotto quel punto di vista potrebbe ulteriormente migliorare.

TREQUARTI SISTEMATA - L’acquisto di Radja Nainggolan dalla Roma risolverà all’Inter e a Spalletti molti problemi sulla trequarti. Il centrocampista sa come cucire le trame di gioco del tecnico toscano e inoltre è uno che vede la porta, pericoloso sia fuori che dentro l’area di rigore. Il "Ninja" è uno che se impiegato nel ruolo in cui intende schierarlo Spalletti può garantire una decina di gol a stagione, che in parte attenuerebbero le responsabilità di Ivan Perisic e soprattutto quelle di Mauro Icardi.

MACCHINA DA GOL - A rendere felice Spalletti non è solo l’arrivo del centrocampista indonesiano ma anche quello di Lautaro Martinez, che nelle ultime uscite e in allenamento continua a mostrare grande feeling con il gol (altro uomo che può garantire la doppia cifra in quanto a marcature, nonostante sia alla sua prima stagione italiana). Di destro o di sinistro non fa differenza per l’ex Racing, che in questi primi giorni ad Appiano Gentile ha già stregato il tecnico nerazzurro che nel tempo si vedrà obbligato a studiare una soluzione che preveda il suo impiego in contemporanea con quello di Mauro Icardi. Senza dimenticare Politano (che ha chiuso lo scorso torneo con 10 gol all’attivo) e Stefan de Vrij, difensore più prolifico del campionato 17-18 con 6 realizzazioni. E intanto si parla di Vidal, trattativa vera, seria e concreta, seppur complicata: dovesse arrivare anche il cileno, l’Inter potrebbe trasformarsi in una macchina da gol.