344
Mauro Icardi ha deciso: vuole andare alla Juventus. L'attaccante argentino dell'Inter preferisce l'Italia all'estero, dove lo vorrebbero il Paris Saint-Germain e l'Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone. La moglie-agente Wanda Nara è sempre in contatto con il direttore sportivo bianconero Fabio Paratici, entrambi al lavoro per un trasferimento al ribasso rispetto ai 110 milioni di euro previsti dalla clausola rescissoria e pure dagli 80 milioni richiesti dai dirigenti nerazzurri. 

Tre mesi fa il presidente Steven Zhang disse: "Icardi non andrà mai alla Juve". La proprietà Suning è pronta al muro contro muro, come dimostra il caso Ramires al Jiangsu in Cina. Icardi ha altri due anni di contratto. Sempre secondo la Gazzetta dello Sport, l'amministratore delegato nerazzurro Beppe Marotta preferisce trattare direttamente con il presidente juventino Andrea Agnelli. Non sarà facile lavorare su uno scambio: Dybala sembra destinato altrove, Higuain non viene preso in considerazione, Pjanic non sembra pista percorribile. Anche perché l'Inter deve realizzare plusvalenze per circa 40 milioni entro il 30 giugno. 

Intanto gli uomini mercato nerazzurri sono al lavoro per prendere due nuovi attaccanti. Come centravanti il bosniaco Edin Dzeko della Roma è favorito sul colombiano Duvan Zapata dell'Atalanta, sul tedesco Timo Werner del Lipsia (già nel mirino del Bayern) e sul belga Romelu Lukaku del Manchester United. Dove è in vendita pure il cileno Alexis Sanchez, un'alternativa al sogno Federico Chiesa (Fiorentina). 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#MI9

Un post condiviso da Μαυʀɸ Iϲαʀδι - MI9 (@mauroicardi) in data: