L'edizione odierna del Corriere dello Sport analizza la sfida tra Inter e Napoli e spiega come i nerazzurri siano stati bravi, a differenza del Napoli, a restare uniti fino alla fine:

"Il Napoli si è disunito, l’Inter no. Jovetic, che stava giocando una partita strepitosa, è andato vicino al 3-0 sfruttando un pasticciaccio fra Reina e Albiol: Koulibaly ha salvato di testa sulla linea il pallonetto del montenegrino. Sarri ha provato ancora a cambiare con El Kaddouri (per lo spento Jorginho) e col 4-2-3-1 (Hamsik e Allan mediani), ma ormai la squadra non rispondeva più. Mancini ha messo Felipe Melo per dare altra sostanza al centrocampo, con Medel davanti alla difesa. Il Napoli era scomparso, non seguiva più una linea di gioco, l’Inter controllava e aspettava serena la fine di una delle sue partite più belle".