7
Il Barcellona ricostruisce il Camp Nou. Dopo diversi mesi di indiscrezioni, è arrivata finalmente l'ufficializzazione del nuovo progetto. Il "Nou Camp Nou"sarà pronto nel 2021, i lavori inzieranno nel 2017, avrà una capienda da 105.000 spettatori. A presentare il progetto c'erano Messi, Iniestra, Luis Enrique, Busquest e Mascherano, che hanno accompagnato Jordi Moix e il presidente Josep Maria Bartomeu. Proprio il numero uno del club ha anticipato alcune caratteristiche dello stadio: "Sarà trasparente e si potrà vedere tutta la città, dal mare alla montagna".

IL PROGETTO - Lo stadio è la componente principale di un progetto più ampio chiamato "Espai Barça",un investimento totale da 600 milioni che sarà pronto in toto nel 2022. Bartomeu ha spiegato: "Abbiamo intenzione di finanziare i lavori vendendo i diritti di sponsorizzazione degli impianti. Senza accordo su questo, i lavori non inizieranno. Abbiamo già iniziato a parlare con alcuni sponsor, stiamo lavorando con una società specializzata". Il presidente ha precisato che queste spese non mettono a repentaglio nè la situazione finanziaria del club nè la pianificazione sportiva del club. I lavori sfrutterrano le pause dell'attività sportiva, anche se toccheranno alcuni frammenti della stagione agonistica, senza però avere grossi impatti su tifosi e squadra. Se ci dovesse essere delle riduzioni di capienza per alcuni mesi, non scenderanno mai sotto i 95.000 spettatori. Lo stadio avrà anche uno spazio dedicato a Johan Cruyff, anche se i dirigenti non hanno voluto sbilanciarsi ulteriormente perchè molti dettagli sono da definire, ma hanno dichiarato: "Se lo merita come tutti gli altri giocatori importanti, dobbiamo riconoscere che non saremmo quello che siamo a livello mondiale se non fosse stato per Cruyff".