Commenta per primo

Un big-match per far ritrovare l’entusiasmo al popolo granata: è questa la speranza del Toro, che sabato sera affronta il Milan allo stadio 'Olimpico'. Venerdì - come ricorda l'edizione odierna di CronacaQui Torino - si è conclusa la campagna abbonamenti, con un lieve incremento rispetto alla passata stagione: le tessere stagioni vendute sono 241 in più rispetto a un anno fa, come la società stessa ha comunicato. In 8.780 tifosi hanno dunque sottoscritto l’abbonamento per seguire tutte le sfide casalinghe di Glik e compagni: quota diecimila è rimasta dunque un miraggio. 

FIAMMA SPENTA - C’è però la speranza, da parte del club di via Arcivescovado, di convincere la gente del Toro a ritrovare entusiasmo e passione col passare delle settimane, soprattutto in occasione delle sfide più importanti. L’anno scorso, d’altra parte, il record stagionale di presenze nell’ex 'Comunale' era stato registrato contro l’Inter, con 25.753 spettatori. Alla fine del passato campionato, la media dei paganti era di 15.615. Contro il Milan, sabato sera (ore 20.45) il clima a Torino potrebbe nuovamente scaldarsi: l’aria da big-match attira l’attenzione mediatica non solo delle tv, ma anche dei tifosi stessi. La crisi economica incide su questi dati, ma per quel che riguarda il Torino probabilmente c’è un velo di sfiducia che la gente spera di togliere dalla squadra col trascorrere del campionato e delle giornate. Non è contro il Milan che ci si aspetta un risultato pieno (e lo si dice ormai da troppo tempo, forse), ma il popolo granata sarebbe felice anche solo di intravedere un barlume di speranza da questa squadra, con una prestazione convincente di fronte ai rossoneri di Balotelli e Kakà. Una gara positiva nell’atteggiamento riaccenderebbe l’anima dei tifosi granata, mentre un risultato positivo farebbe riesplodere l’entusiasmo e la passione, portando anche per le gare successive un prevedibile incremento di pubblico al seguito della truppa di Ventura.