678
Ormai è questione di giorni, forse anche solo di ore. Gianluigi Donnarumma nella prossima stagione sarà un giocatore del Psg. Si sta per chiudere uno dei casi più controversi degli ultimi anni. Il portiere classe 99’ metterà la firma su un contratto quinquennale a 10 milioni di euro più bonus: 1 milione facilmente raggiungibile al quale si potrebbe aggiungere un altro a condizioni leggermente più difficili. Mino Raiola riesce così ad ottenere la cifra che aveva chiesto al Milan, oltre che a una lauta commissione.

Ascolta "Il blitz domenicale e il mega ingaggio: tutti i retroscena dell’affare Donnarumma-Psg" su Spreaker.

IL RETROSCENA- La trattativa tra il potente manager italo-olandese e Leonardo era stata avviata a dicembre ma è arrivata a un punto di svolta solo dopo l’accelerata dell’ultimo week-end. Proprio l’ottimo  rapporto con il presidente del Psg, Nasser Al-Khelaïfi, ha permesso al club francese di mettere la freccia definitiva sulla Juventus. Ma emerge anche un retroscena, raccolto da calciomercato.com: Gianluigi Donnarumma ha sempre manifestato la propria preferenza verso una esperienza all’estero, onde evitare un tradimento ancora più forte nei confronti del Milan. E alla fine è stato accontentato, mancano solo firme e annuncio ufficiale.