18
E' bastato riscrivere la parola NIKE sopra il baffo. E' bastato rispolverare antichi colletti, di quelli pesanti e spessi, alla Eric Cantona. "Au revoir". E' bastato ritirare fuori un po' di colore, rispolverare la giusta dose di trash, riportare tutto nel futuro e ottenere delle divise che puzzano tremendamente di anni '90. Prendete la terza maglia della Roma (foto Twitter del club), per esempio. Blu, vecchio stemma ripetuto più volte, colletto giallorosso di quelli che Totti "vi ha purgato ancora": una volta indossata puoi entrare direttamente in un Blockbuster, ascoltando la musicassetta del Festivalbar nel tuo walkman, camminando con delle comode Air Max 97, per affittare la videocassetta di Trainspotting.

Diverse marche di abbigliamento, in questa stagione, hanno cercato di ridare luce al passato, già dall'ultimo Mondiale. Vero Nigeria? E il trand è proseguito in questa stagione, magari non sempre con le prime maglie, ma con le seconde, o le terze. Ed è per questo che, oggi, la Classifica di CM è dedicata alle migliori maglie vintage viste o presentate in questo 2019. La Roma c'è. C'è anche il Milan. E sì, anche l'Inter. E la Juve? No, la Juve ha sperimentato: via le strisce dalla prima maglia, dentro un inedito biancorosso per la seconda. E all'estero? Bene, benissimo. Vedi l'Arsenal e pensi a Ian Wright, vedi il Tottenham e la testa e il cuore volano immediatamente al fianco di Paul Gascoigne. Più anni '90 di così...