80

Forse era solo questione di tempo. Perché con così tante stelle, una panchina in più o in meno, una sostituzione in più o in meno, prima o poi qualche “vaffa” sarebbe venuto fuori. E a Roma, la parolina di troppo è arrivata in direzione Maurizio Sarri. A vestire i panni della primadonna è stato Paulo Dybala, non nuovo a questo tipo di reazioni dopo una decisione sgradita da parte del suo allenatore. Recidivo con Max Allegri, sempre rimesso al suo posto senza troppi giri di parole, ora il numero dieci argentino ha sbottato anche nei confronti di Sarri. Che però non può dire nulla, almeno pubblicamente. D’altronde ancora troppo fresco è l’episodio legato a Cristiano Ronaldo. Punire o rimproverare Dybala aumenterebbe ulteriormente il gap tra la gestione di CR7 e tutti gli altri.
 

LEGGI TUTTO SU ILBIANCONERO.COM