Commenta per primo

Il CASO della settimana vede ancora in prima fila Maurizio Zamparini, come la scorsa settimana, quando il presidente del Palermo scatenò un polverone per la sua frase: "L'Inter è la nuova Juventus". Negli ultimi giorni, invece, il vulcanico patron rosanero è stato protagonista di una polemica a distanza con Marco Branca, direttore dell'area tecnica dell'Inter.

LE FRASI. Inizia Zamparini, che, parlando del gioiello Javier Pastore in chiave mercato, dichiara: "Pastore? I nerazzurri non sono in prima fila: credo che Branca non lo prenderà mai, si è già lasciato sfuggire Cavani". A stretto giro di sito internet ufficiale, arriva la replica del dirigente dell'Inter: "Gradirei che Zamparini non usasse più la nostra società come la vetrina del suo calciomercato. L'Inter non ha mai avuto come obiettivo Cavani e, più in generale, se fissa un obiettivo lo centra".

LE DOMANDE. Questo il quadro, dunque. Ma di cosa si tratta, in realtà? Di una semplice antipatia personale fra i due, che si beccano a distanza? Di un legittimo modo di fare mercato da parte di Zamparini, che non esita a tirare in ballo altre società per i propri interessi? Di un modo sleale di fare di mercato da parte di Zamparini, che, come dice Branca, non dovrebbe utilizzare altre società, in questo caso l'Inter, come 'vetrine del suo mercato'?

IL FUTURO.Una risposta, non definitiva ma forse sufficientemente esauriente, forse l'avremo la prossima estate, quando vedremo in quale squadra andrà a giocare Javier Pastore.