174
Il Consiglio della Figc boccia il ricorso: il Chievo è escluso dalla Serie B. Dopo la segnalazione della Covisoc, riporta l'Ansa, il Consiglio Federale ha ufficializzato l'esclusione del club veneto dal campionato cadetto, una decisione legata al problema dei clivensi con l'Agenzia delle Entrate, non risolto adeguatamente. Il Chievo ora proverà a far valere le proprie ragioni al Collegio di Garanzia del Coni, ultimo passaggio per questo tipo di giudizi. Pronto a subentrare il Cosenza, prima nella graduatoria delle squadre riammissibili in cadetteria, ma dovrà presentare la documentazione necessaria con tanto di fideiussione entro il 19 luglio​.

PARLA BALATA - Il presidente della Serie B, Mauro Balata, commenta la bocciatura del ricorso del Chievo da parte del Consiglio della Figc: "Io sono un garantista, com'è noto - riporta Ansa -. Il Chievo è una società che ha una storia importante, ora vediamo cosa sosterranno nel terzo grado di giudizio. Immagino che faranno ricorso, ma ho la sensazione che ci sia un problema generale: l'ordinamento giuridico e l'ordinamento statuale. Quest'ultimo è stato integrato più volte da una serie di norme emergenziali anche in materia tributaria. Ora ci sarà un organo terzo che giudicherà. Documentazione incompleta? Credo che, da un lato, ci fosse l'esigenza di avere dei riscontri documentali su un diritto di procedere al pagamento con determinate agevolazioni e dall'altro lato ci sia un termine perentorio che è quello del 28 giugno e non si riusciva a ottenerle con questa tempistica".​

5 FUORI DALLA SERIE C - Non solo il Chievo, respinti anche i ricorsi di altri cinque club: Casertana, Novara, Carpi, Paganese e Sambenedettese vengono escluse dalla Serie C.

NOTA UFFICIALE FIGC - Nell’analisi della situazione generale, che prevede anche la rinuncia all’iscrizione al campionato di Serie C della società Gozzano, ascoltata la relazione della Covisoc in merito ad ogni singolo ricorso avverso la non concessione delle Licenze Nazionali per l’ammissione ai Campionati Professionistici 2021/2022, il Consiglio ha deliberato la mancata iscrizione in Serie B del Chievo Verona e in Lega Pro del Carpi, della Casertana, del Novara, della Paganese e della Sambenedettese.
Il Consiglio ha successivamente fissato il termine perentorio del 21 luglio per presentare le domande e i relativi adempimenti per la sostituzione in Serie C della rinunciataria Gozzano. Per le riammissioni e i ripescaggi per il completamento dell’organico in Serie B e in Lega Pro resta valido il termine già precedentemente fissato al 19 luglio.


COMUNICATO CHIEVO - Il Chievo prende atto della decisione del Consiglio Federale della Figc e, ribadendo di aver operato in linea con le normative vigenti e federali per l’iscrizione al campionato di Serie B 21/22 annuncia di essere già al lavoro per il ricorso al Collegio di garanzia del CONI.
 

COMUNICATO COSENZA - La Società Cosenza Calcio, in seguito alle determinazioni del Consiglio Federale che si è tenuto in data odierna, comunica di essere in procinto di depositare tutta la documentazione necessaria per la riammissione al Campionato di Serie B 2021/2022 comprensiva della fideiussione di € 800.000.

Lo scenario che si apre oggi per il Cosenza Calcio è il risultato di una gestione societaria decennale improntata sui principi di legalità, trasparenza e sul rispetto delle norme e dell’equilibrio economico.