Commenta per primo

'Non chiamatelo derby dei poveri', ammonisce Del Neri, ma la realtà è che Genoa e Sampdoria domenica al fischio d'inizio della stracittadina potrebbero trovarsi all'ultima e penultima posizione in classifica. La Lanterna si è spenta sulla Genova calcistica, che non prende punti da tredici partite: cinque le sconfitte del Grifone, sette quelle della Sampdoria, tutte consecutive in entrambi i casi. Il derby a Genova si vive tutto l'anno ma la settimana che lo precede è da sempre quella più calda. Sfottò e speranze si incrociano, ma oggi la domanda più frequente tra i tifosi è: chi sta peggio tra Genoa e Sampdoria?

Se si guarda alle partite di ieri, sicuramente la Samp, che a Palermo è rimasta inerme ad osservare i rosanero passeggiare, mentre il Genoa a Marassi ha combattuto ad armi pari per un'ora contro il Napoli. Se la domanda fosse stata posta la settimana scorsa il risultato sarebbe stato esattamente contrario. La Samp ha perso in casa contro l'Atalanta dando però la vana sensazione di aver trovato lo spirito giusto per uscire dalla crisi. Dall'altra parte il Genoa a Siena disputava la peggiore prestazione del suo campionato, neanche un tiro in porta e sconfitta di misura.

Risposta alla domanda che pende ancora dalla parte dei rossoblù se si pensa alla classifica: terz'ultimo il Grifone con 9 punti, quart'ultima la Samp con 10 (undici se non ci fosse la penalizzazione). Due a uno per Genoa, a questo punto, che diventa pareggio se si guarda all'infermeria da una parte e dall'altra. Il Genoa per la stracittadina ritroverà Borriello, fondamentale, e Marco Rossi, guida spirituale del gruppo. La Samp non avrà sicuramente a disposizione Maxi Lopez e Pozzi, unici possibili bomber della squadra. Seguendo queste considerazioni la linea del pareggio prevale, chissà che il campo non dia lo stesso risultato.