Commenta per primo
Giampiero Ventura, allenatore del Torino, parla ai microfoni di Radio Rai dopo la sconfitta con il Sassuolo: "Per 75 minuti abbiamo fatto una buona gara, abbiamo sbagliato più volte gol fatti e poi abbiamo preso gol in calcio d'angolo, sarebbe impensabile non concedere neanche un calcio d'angolo in serie A. Dopo il secondo svantaggio, abbiamo cercato di trovare il pari più con il cuore che con la precisione

La stagione: "Siamo partiti con certe prospettive che poi non sono state raggiunte e questo crea delusione. Ma abbiamo pagato tanto i troppi infortuni. Questo per me è l'anno del rammarico, perché potevamo fare molto di più. La gara di Roma è lo specchio della nostra stagione, una gara dominata per ottanta minuti e persa in sessanta secondi".

Sul futuro del tecnico, parole pesanti: "La Nazionale? E' bello essere accostato ad un ruolo così importante, ma ne sento parlare più gli altri, nessuno ha parlato con me. Futuro al Toro? Dipende da che obiettivo avrà questo Torino. Se l'obiettivo è nell'immediato allora è un conto, se invece bisogna programmare è un altro discorso. Con Cairo comunque il rapporto resta eccezionale".