200
Gonzalo Higuain e la Juve. Forse non sarà una resa dei conti, ma prima della partenza per la tournée in Asia il nuovo confronto tra suo fratello Nicolas e la dirigenza bianconera darà delle indicazioni forse decisive. Perché per quanto la Juve stia gestendo la sua posizione con la massima serenità, almeno apparente, la situazione non è cambiata: il Pipita è stato accolto come un eroe di ritorno dai tifosi, le immagini di ogni allenamento lo ritraggono sempre sorridente e coinvolto, ma la Juve continua a ritenerlo fuori dal progetto. Tecnico ed economico. Anche se lui vuole restare, nonostante Maurizio Sarri saprebbe come gestirlo, la Juve continua ad essere ferma sulla sua posizione: deve andare via. Troppo pesante quell'ingaggio da 7,5 milioni netti a stagione più bonus per altri due anni, troppo delicata quella minusvalenza da evitare a ogni costo: servono 36 milioni, da distribuire tra ora e la prossima estate, c'è massima apertura per la formula. E la Roma saprebbe accontentare le richieste della Juve. Anzi, è pronta a farlo anche a stretto giro di posta.

LA RESISTENZA – Solo che, per il momento, Higuain pur provando ad aprire all'addio non ha mai fatto intendere di poter accettare il club giallorosso o altre soluzioni italiane. Per il momento.  “Higuain in Italia giocherà solo nella Juventus. Restano due anni di contratto e saranno rispettati”, il tweet al vetriolo di Nicolas del 30 giugno. Ma in assenza di soluzioni estere concrete o convincenti, considerando i no per il momento rifilati a West Ham e ad alcuni club cinesi, senza un'apertura della Juve alla permanenza, il Pipita dovrà scendere a più miti consigli. Anche perché ad oggi la Roma resta l'unico club in grado di aver compiuto passi decisi verso la Juve, sulla scia di una nuova sinergia come quella instaurata tra Petrachi e Paratici. Soprattutto di questo si sta parlando quindi con i fratelli Higuain, anche Nicolas è arrivato a Torino proprio per fare un nuovo punto della situazione. “Stiamo andando a combattere fino alla fine”, l'altro messaggio social inviato via Instagram al popolo del web ieri sera. Contatti in corso, altri ne serviranno, anche accettando l'idea di poter diventare il nuovo re di Roma non sarà facile per Higuain trovare la quadra sulla buonuscita con la società bianconera. La partita è aperta, ma forse in questo momento l'unica strada percorribile è proprio quella che porta a Roma.