Commenta per primo

Presentata al Comune la nuova maglia del Cagliari calcio: l'allenatore rossoblù Roberto Donadoni e una delegazione di giocatori composta da Daniele Conti, Alessandro Agostini, Francesco Pisano e Andrea Cossu hanno consegnato al neosindaco di Cagliari, Massimo Zedda, una casacca personalizzata con il numero cinque.

Assente, invece, il presidente della società, Massimo Cellino. "Si è trattato - ha spiegato il primo cittadino - della presentazione alla città e ai cagliaritani della nuova maglia. Incontri con Cellino in vista? Sicuramente società e Comune si incontreranno per definire tutte le questioni relative ai lavori per rendere pronto il Sant'Elia. Anzi i tecnici si sono già incontrati in Prefettura". Zedda ha risposto, a margine della presentazione, anche alle domande della stampa, sul futuro del calcio a Cagliari. "Se la squadra dovesse rimanere in città - ha detto - mi farebbe piacere. Ma noi dobbiamo tenere conto della scelta di un imprenditore privato che ha scelto di realizzare il campo a Elmas. La nostra disponibilità è massima. Se il Cagliari dovesse trasferirsi fuori dalla città, a quel punto ci porremo il problema, ma bisogna anche parlare di opportunità, del S.Elia. La mia idea è quella di farne una sorta di Villaggio Olimpico stile Roma, un punto di riferimento per chi pratica sport. Utilizzando anche tutte le strutture sotto le tribune. Tra l'altro è già inserito in un polo che comprende anche Palazzetto e strutture del Coni. E' chiaro, servono anche le risorse: magari lo stadio potrebbe rientrare fra gli obiettivi strategici della Regione".