Commenta per primo
Non serve un chiaroveggente per prevedere l'ilarità che l'eventuale arrivo in Serie A dell'ultimo obiettivo del Genoa scatenerà tra i tifosi di tutt'Italia.

Sfumato quando ormai sembrava definito l'arrivo di Esteban Rolon dall'Argentinos Juniors, con il mediano che ieri ha firmato per il Malaga, il Genoa avrebbe messo gli occhi su Aristoteles Romero, incontrista venezuelano di 21 anni in uscita dal Mineros de Guayana.

Un nome che non può non riportare alla mente l'indimenticabile protagonista dell'Allenatore nel Pallone, pellicola cult del cinema nazional-popolare degli anni '80.

A differenza della Perla Nera che nella finzione scenica faceva le fortune di Lino Banfi, alias Oronzo Canà, questo Aristoteles non solo non è brasiliano ma non gioca neppure in attacco. Semmai, calcisticamente, Romero ricorda molto di più il connazionale Tomas Rincon, essendo dotato di grande corsa e di caratteristiche prettamente difensive.

L'ostacolo per arrivare al giocatore è rappresentato dal suo passaporto, essendo Romero extracomunitario. Ecco perchè il club rossoblù starebbe pensando ad un'operazione in sinergia con il Benevento, al quale il ragazzo verrebbe girato in prestito per una stagione.

Un altro Romero, dunque, finisce nelle mire del Grifone che già da tempo è sulle tracce di Guti Romero19enne centrocampista argentino del Belgranoopzionato per gennaio.