13
Il Napoli ha preso nota delle parole del presidente del Lille Gerard Lopez e rimane in una posizione di vigile attesa su Victor Osimhen, una delle rivelazioni della Ligue 1 prima dello stop forzato per l'emergenza coronavirus. "Lo stop del campionato è una vera e propria catastrofe sopratutto per le conseguenze economiche che mettono in ginocchio tutto il movimento, svuotando le casse delle società. Solo il PSG non subirà delle conseguenze, mentre tutte le altre saranno costrette a svendere i propri talenti per sanare i bilanci", dichiarava solo ieri a L'Equipe il numero uno del club bretone. Un messaggio avrà fatto certamente piacere ai tanti estimatori in Europa del bomber nigeriano, autore di 18 gol in 38 partite nella sua prima annata in Francia e all'esordio pure in Champions League.

ALTRO CHE 70 MILIONI... - Senso del gol, grande qualità fisiche e tecniche per il ragazzo classe 1998 che si ispira a Drogba e che il Lille ha avuto la bravura di pescare in Belgio per soli 12 milioni di euro. Oggi la sua valutazione si è moltiplicata in maniera considerevole, ma le presunte offerte da 70 milioni provenienti probabilmente dalla Premier League e sbandierate poche settimane fa ai quattro venti da Lopez sono un lontano ricordo. Il Covid-19 ha modificato gli scenari del mercato e offrirà alle società economicamente più potenti un ulteriore asso nella manica nei confronti dei club più piccoli. Il Lille ha sempre saluto capitalizzare al massimo le cessioni dei suoi pezzi più pregiati - lo scorso anno Nicolas Pepé fu venduto all'Arsenal per 80 milioni - ma il grido d'allarme lanciato dal suo presidente lascia immaginare scenari ben differenti per Osimhen.
PETAGNA NON BASTA - L'interesse delle ricche squadre della Premier resiste - si è parlato di Liverpool, Tottenham e Chelsea principalmente - ma il ragazzo vuole anche capire se, muovendosi subito da un campionato come la Ligue 1 a quello inglese, il suo percorso di crescita passerebbe altrettanto un utilizzo costante da titolare. Garanzie che un top team difficilmente possono fornire, mentre il Napoli, che è riuscito a trattenere Mertens e teme invece di perdere Milik, è alla ricerca di un ulteriore puntello dopo l'acquisto anticipato a gennaio di Petagna, come dimostra l'interesse altrettanto conclamato per Sardar Azmoun dello Zenit San Pietroburgo. "L’unico club che vuole Osimhen al 100% è il Napoli, in questo momento", ha dichiarato l'agente Ariyo Igbayiola.

ATTACCO AFFOLLATO - Un assist in piena regola per De Laurentiis, che è consapevole del gradimento di Gattuso per il calciatore del Lille, ma lo è altrettanto della necessità di liberare caselle nel reparto d'attacco. Contando anche Petagna e Ounas, di rientro dal prestito al Nizza, ad oggi il tecnico calabrese conterebbe su ben 9 giocatori per il reparto offensivo. Oltre a Milik, Callejon andrà in scadenza, mentre sono in cerca di una collocazione Younes, Llorente e probabilmente Lozano, l'acquisto più caro della scorsa estate, che non hai mai avuto i favori dell'allenatore ma per il quale il Napoli non è disposto a registrare minusvalenze a bilanci dopo oltre 40 milioni di investimento.