Commenta per primo
E' tornato e non vuole più fermarsi. Il grave infortunio al ginocchio rimediato nella prima giornata di Premier League contro l'Aston Villa, sei mesi a guardare i compagni, la riabilitazione, gli allenamenti e poi, finalmente il campo. Alex Oxlade-Chamberlain si è ripreso l'Arsenal, è lui il vero grande acquisto dei Gunners del mercato di gennaio. Con Walcott out fino al termine della stagione per infortunio, Wenger si affida al prodotto dell'academy del Southampton per rimanere lassù, in vetta alla classifica di Premier League, davanti a Chelsea e Manchester City. Ox, come viene chiamato dai compagni, è stato protagonista con una doppietta del successo contro il Crystal Palace e si candida ad essere uno dei protagonisti di questo 2014, in Inghilterra e in Brasile, con la maglia della sua nazionale
PERIODO NERO - In casa Arsenal non ci sono solo ragioni per sorridere. La vicenda Kallstrom rischia di turbare undici giorni decisivi per la stagione: si parte l'8 febbraio, con la sfida di Anfield contro il Liverpool, si chiude il 19, all'Emirates con il Bayern Monaco, nell'andata degli ottavi di finale di Champions League. In mezzo le sfide sempre in casa contro Liverpool, in FA Cup, e Manchester United, in campionato. Lo svedese, preso in prestito dallo Spartak Mosca per sostituire gli infortunati Ramsey e Wilshere, è arrivato con un fastidio alla schiena (si è fatto male giocando sulla spiaggia di Dubai), Wenger ha dato l'ok nonostante il problema segnalato dai medici e al primo allenamento l'ex Lione si procurato una microfrattura alla schiena che lo terrà fuori per 6 settimane. Lo Spartak si è offerto di pagare l'ingaggio fino a quando non tornerà a disposizione, ma la frittata ormai è fatta.