71
A meno di 20 giorni dalla chiusura del mercato, la Roma è ancora un cantiere. Restano irrisolte, infatti, diverse questioni. Oltre all'obiettivo in difesa (Lovren in pole), Petrachi lavora per costruire il nuovo attacco di Fonseca. Molto dipenderà dal futuro di Edin Dzeko, per il quale la distanza con l'Inter è ancora ampia. Il trasferimento del bosniaco a Milano è tutt'altro che scontato, motivo per cui non c'è stata ancora alcuna accelerata sui fronti Higuain, Icardi e Mariano Diaz. 

IDEA SANCHEZ - Oltre a Dzeko, però, c'è il rebus Patrik Schick, che continua ad avere offerte dalla Germania. Per l'attaccante pronto a sbarcare a Trigoria, allora, ecco spuntare una nuova pista. Dopo Batshuayi, il nome nuovo è Alexis Sanchez, 30enne del Manchester United. Il cileno è in uscita dai Red Devils, dopo un litigio con Solskjaer (nonostante le odierne parole del tecnico) e chiuso dalla concorrenza di Rashford, Martial, James e Greenwood. Ricordato in Italia dai tifosi dell'Udinese - grazie a 20 gol in 95 partite - Sanchez ha poi continuato la sua carriera tra Barcellona (39 gol in 88 presenze) e Inghilterra. Positiva l'avventura all'Arsenal (60 reti in 122 gare), decisamente meno quella ad Old Trafford, con 3 soli gol in 33 presenze. Dopo un anno e mezzo, per lui potrebbe essere arrivato il momento di cambiare aria. 

INGAGGIO MONSTRE - Il Manchester United, dalla sua, sembra aperto ad una cessione. Solskjaer, infatti, non punta su di lui, e i Red Devils puntano a liberarsi di un ingaggio pesante. Il cileno, stando agli ultimi bilanci, è il più pagato della Premier League: venti milioni di euro netti a stagione. Una cifra spropositata, decisamente fuori dal budget della Roma, che punta ad un prestito. La Roma cerca una punta, Sanchez vuole rilanciarsi e può farlo dove tutto è partito: in Italia.