54
Il Milan ci ha provato davvero per Federico Bernardeschi. Lo ha fatto in maniera seria nel mese di dicembre, provando a rimettere in piedi uno scambio con la Juventus anche a fine gennaio senza possibilità concrete; sì, perché la dirigenza rossonera ha capito in anticipo che gli spazi per Bernardeschi in bianconero stavano iniziando a diventare sempre più limitati e così ha proposto uno scambio con Lucas Paquetà che non è decollato. Questioni di ingaggi diversi e valutazioni non così vicine, la Juve ha detto no a dicembre e ha mantenuto la sua linea anche a gennaio.

Ascolta "Il Milan e quell'assalto allo scambio con la Juve: per Bernardeschi non è finita" su Spreaker.
NON FINISCE QUI - Ma attenzione, perché mentre Paquetà non è mai stato una priorità per la Juventus, Bernardeschi rimane una pedina su cui il Milan ha intenzione di lavorare per l'estate, essendo in ottimi rapporti con il suo agente, l'avvocato Beppe Bozzo. Per i dirgenti bianconeri è un giocatore di valore importante tanto da aver rifiutato le proposte del Barcellona, ma al Milan sono rimasti interessati a Bernardeschi in quanto talento italiano in rampa di lancio su cui provare a fare un investimento. Anche senza scambio, per l'esterno della Nazionale in rossonero potrebbe non essere finita. Il vero problema? Non solo la posizione della Juve. Bisognerà capire chi condurrà il mercato del Milan in estate, viste le recenti stoccate in società e su questo fronte non c'è alcuna certezza. Ma con questa area tecnica, Bernardeschi rimane un nome graditissimo da tenere nella lista per giugno. Juve permettendo, non è un dettaglio.