55
Una grande annata con la maglia del Leganés - a dispetto della retrocessione in Segunda Division -  premiata con la prima convocazione nella nazionale spagnola di Luis Enrique per i prossimi impegni in Nations League e che lo rende un giocatore estremamente appetibile e appetito sul mercato. E' un'annata sportiva da ricordare quella conclusasi da poco per Oscar Rodriguez, trequartista classe '98 cresciuto nella cantera del Real Madrid e tornato alla base dopo un prestito che gli ha permesso di mettersi in mostra e creare una lunga lista di estimatori.

IL VICE CALHANOGLU  - Tra questi c'è anche il Milan, alla ricerca di un calciatore con le sue qualità che possa rappresentare una valida alternativa a Calhanoglu nel ruolo di trequartista, ma dotato anche di una duttilità che gli consente di agire con altrettanta efficacia come esterno offensivo sinistro o destro nell'attuale 4-2-3-1 impiegato da Stefano Pioli. A differenza di Aleksej Miranchuk della Lokomotiv Mosca o di Rodrigo de Paul dell'Udinese, Oscar Rodriguez rappresenterebbe un investimento meno impegnativo sotto l'aspetto economico e verrebbe effettuato soprattutto nell'ottica di allungare la panchina rossonera e non di regalare - almeno nell'immediato - un concorrente di Calhanoglu.
GLI OSTACOLI - La prima chiamata assoluta con le Furie Rosse serve certamente un assist importante al Real Madrid per non arretrare sulle sue richieste per farlo partire, più vicine ai 20 che ai 15 milioni di euro e col desiderio di riservarsi un diritto di recompra per il futuro. Due ostacoli di cui il Milan dovrà tenere conto e che rappresentano oggi i veri ostacoli in caso di trattativa.