22
Dopo i sorrisi, le preoccupazioni. Il Milan è tornato a fare la voce grossa in campionato,  ieri contro il Livorno ha vinto la quinta partita consecutiva che ha riportato il club in zona Europa, ma il futuro è tutt'altro che limpido. Oltre ai dubbi sulla permanenza di Seedorf, al momento non ci sono certezze sui riscatti di Taarabt e Rami, per i quali Galliani è ancora al lavoro e sta trovando più di un ostacolo sulla sua strada. Entrambi arrivati a gennaio, entrambi con il rischio valigia a giugno.

QUASI IL DOPPIO - Dei due chi ha maggiori chance di vestire una maglia diversa da quella del Milan, la prossima stagione, è Adil Rami, centrale francese diventato insostituibile nell'ultimo mese. L'ex Lille ha convinto tutti, ma il Valencia, per cedere il suo cartellino, continua a chiedere 7 milioni. Il Milan, che cerca uno sconto sul diritto di riscatto, non ha grande disponibilità economica e ora deve fronteggiare l'inserimento del Manchester United, pronto a mettere sul piatto 12 milioni. Rami è infatti considerato l'erede del partente Vidic.