Commenta per primo

Champions negli ottavi col Chelsea, Coppa Italia in semifinale col Siena. Il Napoli che balla tra trionfi e polemiche corre in due tornei, magari ritroverà gli equilibri tattici anche per risalire in campionato. Solo settimo nella classifica degli ingaggi, liquida l'isterica e più ricca Inter. Smentisce il suo allenatore, rivaluta la secolare legge del calcio, vince chi gioca meglio.

Proprio con il Siena, semifinalista a sorpresa di Coppa Italia, il Napoli aveva mostrato una formula usurata e alcuni giocatori stanchi. Ma non c'era molto tempo per una rivoluzione tattica. Mazzarri nella sua tormentata vigilia ha scelto la virtù che pratica meglio. Ne ha una sincera vocazione: la prudenza.

Mazzarri trova in Cavani la soluzione finale ma anche in Pandev un altro esemplare interprete del contropiede per entrare nella semifinale di Coppa Italia. Conquista sofferta ma meritata.

(La Repubblica - Edizione Napoli)