1
"Osimhen è un calciatore fantastico che può diventare extra fantastico. Gli metteremo a disposizione le giocate che lo impreziosiranno e lo aiuteranno a fare più gol". Luciano Spalletti è stato chiaro, Osimhen è e sarà il punto di riferimento del nuovo Napoli. Un calciatore che può diventare extra fantastico ma ha ancora tanto da lavorare. In primis occorre che abbia continuità, a differenza di quanto accaduto nelle sue prime due stagioni con la maglia del Napoli. Infortuni importanti che ne hanno interrotto la crescita. L'ultimo finale di stagione è stato di livello, lì è iniziato a diventare un trascinatore, quel giocatore capace di spostare gli equilibri già solo con la sua presenza in campo.

NUOVO LEADER - Adesso dovrà essere ancora più determinante. Sia sotto porta con i suoi gol che in quanto a leadership. L'addio di Insigne, quello praticamente annunciato di Koulibaly e il probabile di Mertens (salvo colpi di scena) portano il Napoli a perdere dei punti di riferimento non solo tecnici ma anche nello spogliatoio. Victor avrà questo compito importante e dovrà farlo con la sua solita fame agonistica. Intanto oggi ha riportato entusiasmo a Dimaro. Osimhen questa mattina ha raggiunto la squadra in ritiro, dove si respirava un po' un'aria di delusione vista la notizia della partenza di Koulibaly. L'ingresso in campo del nigeriano ha entusiasmato i tifosi, che lo hanno accolto con grandissimo calore. 
CON DYBALA? - Si riparte, dunque, da Osimhen. Il Napoli non ha intenzione di cederlo, salvo clamorose offerte. Perché dovessero arrivare quei famosi 100-110 milioni cambierebbe tutto. Ma non è una cosa che oggi è ipotizzabile, non sembrano esserci club disposti a fare follie del genere per strapparlo a De Laurentiis. Quindi testa al Napoli, testa a migliorare il proprio score personale che è di 14 gol in una stagione (l'ultima). Magari in una coppia da impazzire, quella con Dybala. La Joya e Osimhen rappresenterebbero un duo che infiammerebbe totalmente il Maradona, con la qualità dell'argentino da abbinare allo strapotere atletico di Victor. Idee, anche sogni e obiettivi, c'è bisogno di questo e di un Osimhen extra fantastico per ripartire e affrontare una stagione di un certo livello.